Carabiniere ucciso a Foggia, Vittime del Dovere: basta sconti di pena per i recidivi
Home > NOTIZIE

 

NOTIZIE Carabiniere ucciso a Foggia, Vittime del Dovere: basta sconti di pena per i recidivi 13/04/2019 

L’Associazione Vittime del Dovere esprime il proprio commosso cordoglio per l’uccisione del Maresciallo dell’Arma dei Carabinieri, in servizio presso la stazione di Cagnano Varano (Foggia), Vincenzo Carlo Di Gennaro, caduto durante un conflitto a fuoco avvenuto ad un posto di blocco nella piazza principale del paese.

Stando alle prime ricostruzioni, apprendiamo che i carabinieri erano intervenuti nella zona dopo la segnalazione di una lite in famiglia. Un pregiudicato, 67enne, si sarebbe avvicinato all’auto di servizio sparando verso i militari che erano nell’abitacolo, colpendo il maresciallo e ferendo il suo collega. L’uomo arrestato, giorni fa, era stato sottoposto ad una perquisizione per droga.

Il Maresciallo Di Gennaro di 47 anni è giunto in fin di vita all’ospedale, dove è deceduto. I carabinieri hanno bloccato e arrestato l’uomo.

Si tratta dell’ennesima vittima di un lunghissimo elenco di servitori dello Stato che hanno sacrificato la propria vita per il Paese in nome dei principi di legalità e giustizia. Apprendiamo dalle fonti di stampa che l’autore ha precedenti penali, se così fosse chiediamo al Governo di inasprire immediatamente le pene soprattutto per chi colpisce con efferatezza uomini e donne delle Istituzioni, eliminando sconti di pena per coloro che si dimostrano recidivi.

agenpress.it