Approfondimenti sul carcere in Italia e all'estero - Penitenziaria.it
Home Page > Mafia 41-bis (i più recenti) - inverti l'ordine


Mafia 41-bis



 indietro      Pagine:  1  2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25      avanti   avanti 



Arrestato Poliziotto penitenziario: avrebbe fatto da postino ad un boss al 41-bis nel carcere dell'Aquila
E' stato arrestato un agente della Polizia Penitenziaria originario di Ottaviano, Luigi Cossentino. Si sarebbe messo a disposizione di Lo Russo per fare il postino dei suoi messaggi. Due “pizzini” scritti dal boss di camorra e ricompensati 3000 euro l&...
 

Avvocato di Bagarella: aggressione non era una protesta contro il 41-bis, mio assistito gravemente malato
Dopo l'episodio avvenuto nel carcere di Sassari, il difensore di Leoluca Bagarella, l'avvocato Antonella Cucc...
 

Leoluca Bagarella,cognato di Totò Riina, ha morso un agente di Polizia Penitenziaria del GOM
Leoluca Bagarella, cognato di Totò Riina e boss di "cosa nostra", ha aggredito con un morso un agente del Gom, il Gruppo operativo mobile della Polizia Penitenziaria. È accaduto ieri mattina, nel carcere di Sassari "Giovanni Bacchiddu"...
 

Ma quale carcere duro? Il 41-bis ormai è una ipocrisia
Il 41bis, come dimostrano i fatti degli ultimi dieci anni, non serve a far collaborare i boss con la giustizia, perché la decisione di "pentirsi" arriva subito dopo l'arresto. Quando il fascista Roberto Fiore era un parlamentare europeo, riusc&igr...
 

Il boss Attanasio diede l'ordine di uccidere il collaboratore durante una visita in carcere della moglie
Un’ambasciata uscita da un incontro familiare tra Alessio Attanasio (in foto) e l’allora moglie Patrizia Bottaro, figlia del boss Salvatore Bottaro, per uccidere Angelo Sparatore, fratello del pentito Concetto: lo riporta il sito Leggi tutto
 

Carcere di Vibo Valentia con una locale della ndrangheta: tutta altra faccenda rispetto a Cosenza quando lo dirigeva Cosmai
L’operazione “Rinascita - Scott” della Dda di Catanzaro, ha fatto emergere un fatto inquietante nella gestione delle carceri calabresi: negli atti dell'inchiesta si fa largo l'ipotesi che il carcere di Vibo Valentia sia diventata sede di una "l...
 

Detenuto al 41-bis con telefoni cellulari: ascoltati dai magistrati alcuni agenti della Polizia Penitenziaria del carcere di Parma
Sono stati ascoltati nei giorni scorsi, alcuni agenti della Polizia Penitenziaria di Parma ed in particolare alcuni poliziotti addetti alla vigilanza e al controllo del boss Giuseppe Gallo, trovato in possesso di tre telefoni di ultima generazione nella sua cella al 41-bis.Leggi tutto
 

Revocato 41-bis al boss Ercolano, Antimafiaduemila: Bonafede e Basentini prendano posizione o si dimettano
Qualora fosse confermato che il boss di Cosa nostra catanese, Aldo Ercolano, tra i killer del giornalista Pippo Fava e autore di decine di altri omicidi, condannato all'ergastolo in via definitiva, non è più detenuto al 41 bis, il ministro della Giustizia Al...
 

Camorrista non rientra nel carcere di Genova Marassi dopo permesso premio
Non ha fatto rientro in carcere ieri dopo un permesso premio un uomo di 43 anni in carcere per associazione a delinquere di stampo mafioso e tentato omicidio, ritenuto affiliato al clan camorrista Grimaldi di Soccavo. L'uomo è scomparso dopo alcuni giorni passati i...
 

Collaborazione del boss: sospetti sui Poliziotti penitenziari che avrebbero avvisato la cosca
Giovanna Ortensia Del Vecchio e Rita Rosaria Del Vecchio sono rispettivamente la madre e la zia di Emanuele Mancuso, ex rampollo dell’omonima famiglia di Limbadi, oggi collaboratore di giustizia. Nei loro confronti il gip distrettuale di Catanzaro Antonio Battaglia ha di...
 


 indietro      Pagine:  1  2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25      avanti   avanti