Emilio Fede ai domiciliari. Tribunale di Sorveglianza gli evita il carcere: troppo anziano
Home > NOTIZIE

 

NOTIZIE Emilio Fede ai domiciliari. Tribunale di Sorveglianza gli evita il carcere: troppo anziano 11/10/2019 

Il Tribunale di sorveglianza di Milano ha disposto che l'ex direttore del Tg4, Emilio Fede, debba "espiare la pena detentiva" di 4 anni e 7 mesi "in regime di detenzione domiciliare", dopo la condanna in via definitiva per il caso Ruby Bis.

Il collegio La Rocca-Caffarena e due esperti ha quindi accolto una delle istanze presentate dall'avvocato Salvatore Pino rigettando quella che chiedeva il differimento della pena. Emilio Fede - scrivono i giudici della Sorveglianza - "ha oltre 88 anni e soffre di alcune patologie croniche: la detenzione inframuraria andrebbe contro il senso di umanita' che deve comunque connotare l'esecuzione della pena nel rispetto della dignita' della persona".

In questo caso, Fede "scontando - si legge ancora nel provvedimento - la pena in carcere, sarebbe sottoposto ad una enorme sofferenza, superiore certamente a quella che inevitabilmente consegue a ogni regime detentivo inframurario".


Google News Penitenziaria.it SEGUICI ANCHE SU GOOGLE NEWS