Noipa, niente FESI nello stipendio di giugno: ci sarÓ solo l una tantum di 164 euro previsto dal rinnovo del contratto
Home > NOTIZIE

 

NOTIZIE Noipa, niente FESI nello stipendio di giugno: ci sarÓ solo l una tantum di 164 euro previsto dal rinnovo del contratto 11/06/2018 

Con il cedolino stipendiale di giugno 2018 il personale delle Forze Armate e di Polizia riceverà l’una tantum di 164€ non accreditato con gli accreditati. Per il FESI, invece, c’è ancora da attendere.
Nello stipendio delle Forze Armate e di Polizia del mese di giugno 2018 verrà finalmente pagato il contributo una tantum per le annualità 2016 e 2017 previsto dal rinnovo del contratto.

Come noto il contributo una tantum nelle intenzioni iniziali doveva essere pagato con l’assegno degli arretrati, accreditato da NoiPA alla fine del mese scorso. Tuttavia questo non è stato possibile perché trattandosi di un emolumento accessorio aveva bisogno delle autorizzazioni di spesa sul Bilancio dello Stato.

Quindi, con l’emissione straordinaria di maggio 2018 è stato pagato un assegno di circa 164€ netti in meno rispetto a quelle che erano le aspettative iniziali; questo importo, però, verrà riconosciuto alle Forze Armate e di Polizia già questo mese, come appena confermato dall’Arma dei Carabinieri.

Nel cedolino NoiPA di giugno ci sarà l’una tantum
Ci ha pensato una nota dell’Arma dei Carabinieri - che ricordiamo è l’unico corpo delle Forze Armate e di Polizia a non essere gestito direttamente da NoiPA - a rispondere alla domanda su quando verrà pagato il contributo una tantum previsto dal rinnovo del contratto.

Nel dettaglio, nella nota si legge che il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze che prevede il pagamento degli importi una tantum per il biennio 2016-2017 ha ottenuto il via libera da parte della Corte dei Conti venerdì 8 giugno 2018.

Per questo motivo sia il Centro Nazionale Amministrativo per i Carabinieri che NoiPa per il resto delle Forze Armate e di Polizia hanno avviato le procedure necessarie per riconoscere l’una tantum di 164€ netti con il cedolino stipendiale di giugno 2018 che verrà pagato il 22 di questo mese.
Quindi a giugno lo stipendio delle Forze Armate e di Polizia sarà leggermente più alto rispetto a quello atteso; peccato però che - come confermato dalla nota dell’Arma - nel cedolino non ci saranno le somme del FESI 2017.

Niente FESI nello stipendio di giugno
Solitamente il personale dell’Arma dei Carabinieri riceve le somme previste dal FESI (il Fondo per l’Efficienza dei Servizi Istituzionali) già dal mese di giugno, mentre il resto delle Forze dell’Ordine, gestite direttamente da NoiPA, aspetta fino a luglio.

Quest’anno tutti dovranno attendere luglio 2018 poiché, come si legge nella nota pubblicata dall’Arma dei Carabinieri, non è stato ancora concluso l’iter relativo allo schema del decreto ministeriale sul FESI 2017, il quale è stato trasmesso dal Ministero della Difesa solamente il 29 maggio scorso.

Quindi mentre il pagamento dell’una tantum è ormai imminente, per il FESI bisognerà attendere almeno un altro mese.

A tal proposito ricordiamo che a partire dalla busta paga di luglio ci sarà il conguaglio IRPEF previsto per chi ha presentato la dichiarazione dei redditi tramite modello 730/2018; per questo motivo lo stipendio del prossimo mese potrebbe essere più alto (per coloro che hanno diritto ad un rimborso IRPEF) o più basso (a causa di eventuali trattenute per gli addebiti IRPEF) rispetto al solito.

money
 


Google News Penitenziaria.it SEGUICI ANCHE SU GOOGLE NEWS