Home Page > notizie e informazioni su CC UDINE


CC UDINE 

Anno di progettazione: 1925
Anno di inaugurazione: 1925

Via Spalato 30 - 33100 UDINE

Tel. 0432 502211 - 501121
cc.udine@giustizia.it

Lattuale istituto di Udine stato aperto nellaprile del 1925. Infatti, da articoli di stampa dellepoca risulta che in quel periodo furono trasferiti detenuti, dal vecchio carcere di via Treppo, al nuovo. La struttura composta da un piano terra e due piani ed ha la forma di una croce, nei cui bracci erano state costruite celle pi piccole rispetto a quelle pi grandi che si trovano nella parte anteriore della croce. Il compendio delimitato da un muro di cinta costruito in muratura che, allepoca della costruzione, era alto quattro metri. Su tutta la lunghezza del muro vi era installata una ringhiera di protezione in metallo e, ad ogni angolo, era stata edificata una garitta in muratura. Oggi, il muro stato ulteriormente alzato e sono state completamente rifatte le quattro garitte, che sono in struttura metallica, con vetri antiproiettile. Allinterno della propriet demaniale, vi erano anche uffici, alloggi per il personale, ed una piccola sezione femminile. Durante la seconda guerra mondiale nellistituto furono reclusi molti partigiani, molti dei quali furono uccisi allinterno del muro di cinta ed altri furono tradotti nei campi di concentramento in Germania, a disposizione del Comando Tedesco SIPO. Alcune di queste notizie sono state desunte dalle testimonianze ricavavate da un testo scritto sulla vita di un sacerdote, Don Emilio De Roja che, allepoca della guerra, era cappellano del carcere ed operava per la liberazione dei prigionieri in collaborazione con la Brigata Partigiana Osoppo. Don Emilio stato uno dei protagonisti della liberazione di Udine. Questi eventi ogni anno sono ricordati con brevi cerimonie allesterno della struttura, organizzate dallA.N.P.I. e dal Comune di Udine. Nel 1976, listituto ha risentito, seppure in maniera non grave, del terremoto. Nel 1978 l'istituto stato coinvolto da un gravissimo fatto di sangue: lomicidio del Comandante del Reparto degli allora agenti di custodia, maresciallo maggiore scelto Antonio Santoro. Trucidato da esponenti delleversione terroristica mentre si recava al lavoro, in via Spalato, nei pressi del carcere. Negli anni, ha ospitato reclusi di ogni tipologia, anche personaggi noti del terrorismo e della criminalit organizzata. La struttura stata in pi occasioni adeguata e ampliata. Dal 1982, nell'istituto si realizzano attivit di trattamento, scolastiche e formative a favore della popolazione detenuta. Nel 1995, su un terreno annesso al carcere, stata costruita una nuova caserma per il personale di polizia penitenziaria e realizzato un poligono di tiro per l'addestramento del personale del triveneto. La Caserma intitolata al maresciallo Antonio Santoro, ucciso il 6 giugno 1978, cui stata conferita anche la medaglia doro al merito civile, alla memoria. Nel febbraio 2002 listituto fu parzialmente chiuso per due anni per dar luogo a sostanziali lavori di ristrutturazione dei reparti maschili. Nel maggio del 2004 fu riattivato e si attende la prosecuzione di un secondo lotto di lavori di edilizia per completare lopera di ristrutturazione.



 indietro      Pagine:  1   avanti  



Detenuto marocchino espulso dall'Italia: al posto della pena residua in carcere  stato accompagnato in aeroporto
 

Mini telefono trovato in una cella in regime aperto del carcere di Udine
 

Enorme quantitativo di droga in carcere: 4 chili di cocaina scoperti dalla Polizia Penitenziaria nel magazzino del carcere di Udine
 

Udine, detenuto afferra per il collo e colpisce con pugni il medico del carcere: bloccato dalla Polizia Penitenziaria
 


 indietro      Pagine:  1   avanti